Sincronizzazione

Installazione dell’applicazione locale Storebox

Potete scaricare l’applicazione locale Storebox (chiamata anche «agente») dopo aver effettuato il login.

Cliccate su Applicazione locale Storebox.

L’agente viene scaricato. L’operazione potrebbe richiedere alcuni secondi.

Cliccate sul download e selezionate Apri o Esegui (a seconda del browser).

Viene visualizzata la finestra di installazione.

Selezionate il tipo di installazione e cliccate su Avanti:
- Standard: In qualità di amministratori, siete i soli a disporre dei diritti di utilizzo dell’applicazione locale.
- Multiutente: Con questa tipologia l’applicazione locale può essere utilizzata da più utenti sullo stesso apparecchio.

Se prestate il vostro consenso alle condizioni d’uso, selezionate Acconsento e cliccate su Avanti.

Qui potete selezionare la cartella nella quale desiderate installare l’applicazione locale Storebox. Cliccate quindi su Avanti.

Al termine dell’installazione viene visualizzata automaticamente una nuova finestra dell’applicazione locale. Se questa finestra non viene visualizzata automaticamente, è possibile aprire l’applicazione locale Storebox nella barra delle applicazioni, di solito posizionata in basso a destra sul vostro schermo.

Inserite l’URL, il nome utente e la password.

Compare una panoramica della vostra applicazione locale Storebox. Cliccate su Avanti per proseguire con l’installazione.

In questa maschera di immissione, alla voce Cifratura vi viene chiesto di definire una password. Swisscom raccomanda di utilizzare un’Encryption Key generata automaticamente. In alternativa potete definire la vostra password personale (opzione sconsigliata), per avere la certezza di essere gli unici autorizzati ad accedere ai dati di backup. Concludete questo passaggio cliccando su Fine.

Se definite una password e la smarrite o dimenticate, non è più possibile accedere ai dati di backup. Siete dunque responsabili in prima persona della vostra password.

Sincronizzazione tramite applicazione locale Storebox

Per poter accedere ai dati nello Storebox anche quando non siete connessi a Internet, utilizzate la funzione di sincronizzazione dell’applicazione locale Storebox. Non appena è disponibile l’accesso a Internet, questa funzione mantiene sincronizzate specifiche cartelle tra un archivio locale e una cartella nello Storebox. È possibile sincronizzare più cartelle.

Per configurare la sincronizzazione, cliccate nella barra delle applicazioni sull’icona Storebox e selezionate con il tasto destro del mouse l’opzione Impostazioni….

Viene visualizzata una nuova finestra.

Cliccate su Cloud Drive.

Vengono visualizzate le vostre cartelle attualmente sincronizzate (all’inizio solo myfiles).

In corrispondenza della cartella desiderata, cliccate sul simbolo che si trova sul lato destro e selezionate Gestisci impostazioni di sincronizzazione

Nella finestra Impostazioni per la cartella sincronizzata ora potete definire la cartella con la quale essa debba essere sincronizzata. Potete sincronizzare la cartella a livello locale nella vostra cartella Cloud Drive oppure in un’altra cartella specifica.

Selezionate la cartella locale desiderata. Potete inoltre in via facoltativa escludere dalla sincronizzazione sottocartelle specifiche. Cliccate su Aggiungi e indicate di seguito il nome della relativa sottocartella. Per sincronizzare nuovamente questa sottocartella esclusa, cliccate sull’icona del cestino.

Al termine cliccate su OK.

Sincronizzare altre cartelle Cloud

Per aggiungere alla sincronizzazione altre cartelle dello Storebox, cliccate su Cloud Drive e quindi su Altre cartelle nella Cloud.

Compare così un elenco delle cartelle disponibili in Storebox.

Cliccate sull’icona Sync per sincronizzare la cartella in questione.

È possibile sincronizzare cartelle direttamente in Cloud Drive o Condivisi con me.

Sincronizzare altre cartelle locali

Per aggiungere alla sincronizzazione altre cartelle locali, cliccate in corrispondenza Cloud Drive su Aggiungi cartella.

Si apre una nuova finestra.

Selezionate la cartella locale desiderata e cliccate poi su Avvia sincronizzazione.

La cartella appare quindi nella panoramica della sincronizzazione e in Storebox alla voce Cloud Drive.

Impostazioni caching

Con la versione Storebox 6.0 è stata introdotta la tecnologia caching. In qualità di utenti, per quanto riguarda la quantità dei dati sincronizzati non siete più soggetti a limitazioni per via della memoria disponibile localmente.

Il drive cloud utilizza questa cache per memorizzare nella cache tutti i dati condivisi da sincronizzare. I file vengono memorizzati (qualora essi siano stati contrassegnati come disponibili offline) o vengono visualizzati come cosiddetti stub. Gli stub non vengono archiviati per intero a livello locale, bensì vengono scaricati direttamente dal portale cliccandoci sopra.

Per attivare il coaching, cliccare alla voce Cloud Drive su Impostazioni.

Selezionate Esteso e impostate un segno di spunta in corrispondenza di Attiva modalità caching.

In via facoltativa, potete stabilire le dimensioni massime per la cache e determinare l’intervallo di tempo dopo il quale i file debbano essere nuovamente rimossi dalla cache.

Stabilire le dimensioni massime per la cache

Le dimensioni di uno stub nel sistema di file locale non necessitano quasi di spazio. Se cliccate con il tasto destro del mouse su uno stub e aprite le sue proprietà, vengono visualizzate le effettive dimensioni del file, mentre in corrispondenza delle dimensioni sul supporto dati viene visualizzato 0 Byte.

Le dimensioni che potete assegnare alla cache dipendono quindi dai seguenti punti:

  • dalle dimensioni dei file che desiderate mantenere in maniera permanente nella cache (contrassegnati come disponibili offline)
  • dalle dimensioni aggiuntive dei file che devono essere scaricati temporaneamente

Nota: Se scaricate troppi file, la cache viene ampliata finché, in base all’intervallo di tempo, i file non vengono nuovamente rimossi dalla cache. Potete anche avviare questo processo di pulizia manualmente cliccando su Verifica ora.

Stabilire la cancellazione automatica della cache

In via facoltativa, stabilite quando debbano essere cancellati automaticamente dalla cache i file non contrassegnati come disponibili offline. Questi file vengono cancellati dalla cache per via dell’intervallo di tempo indicato o in un momento desiderato (Verifica ora).

Una volta attivata la modalità di caching:

  • l’agente è ora attivato come agente di caching e tutte le cartelle del drive cloud del portale vengono aggiunte al drive cloud del PC come stub.

  • Una volta accettato, il drive cloud del portale contenga la cartella I miei file, Condivisi con me e la cartella extra Musica condivisa. La cartella aggiuntiva Musica condivisa viene aggiunta al drive cloud locale come stub.

    • La cartella Musica condivisa è in questo caso uno stub non sincronizzata con il drive cloud. La cartella viene visualizzata da Windows come file di dimensioni molto ridotte. Se si clicca sulla cartella, viene visualizzato un messaggio che invita a sincronizzare la cartella con l’opzione di rendere disponibile offline il contenuto della cartella stessa.

  • Cliccando su Sincronizza questa cartella vengono scaricati la cartella e i metadati relativi al contenuto della cartella. La cartella viene sincronizzata, visualizzata di conseguenza e riportata nella posizione corretta nell’elenco di cartelle.

  • Il contenuto della cartella sono stub (contrassegnati con l’icona della nuvola) finché non viene aperto il file in questione.

- Se aprite un file, quest’ultimo viene scaricato dal portale e visualizzato con un segno di spunta verde.

Nota: Nel caso di file di grandi dimensioni il cui download dura più di qualche secondo, in una finestra di pop-up viene visualizzato un indicatore dei progressi.